diariodiun'adolescentequalunque
I'm 16 from Italy. I love fashion. I have a lot of dreams.. And I'll fulfil them!
LANA DEL REY IS MY PERSONAL GOD.
Home Theme Ask me Submit

diariodiuneternaribelle:

vorreisaperleggerealbuio:

inbaliadelvento:

goldcumandrippedpants:

"I learned at a very young age how fragile life is. When I was 15 years old I found out I had a brain tumor. The doctors said I had a very small chance that I could outlive it. The only alternative was to get on a long waiting list for open face surgery in hopes of removing it. I guess the first blessing happened on my 16th birthday, when the surgery was scheduled. I found out shortly after waking from the surgery that they went into the palette of the roof of my mouth instead of opening up my entire face. I guess you could say that was the second blessing. But the real blessing was that I overcame it completely and I survived something that most people never live through. I was close to death and I escaped it, and now I celebrate life because of it. 

I wanted to be free. After this literal escape from death, I had some challenges at home and left at a very young age to spend my teenage years literally on the streets. I started with a hitchhiking tour all through Canada. Essentially I was homeless, sleeping on rooftops and under bridges and free. I met tons of interesting people, and experienced life to the fullest. Surviving the death sentence of a brain tumor was like defying death. I felt like the walking dead. I wasn’t supposed to be here. The doctors had told me there was no hope. But here I was, alive and breathing and being so free to live my life. When you live on the streets, you really appreciate just being alive. On the streets, you don’t have first or last names. So they started to call me Zombie, a person who is living but so close to death.”

ma io ti rebloggo per sempre amore.

porco dio.

"Ho imparato in età molto giovane quanto sia fragile la vita. Quando avevo 15 anni ho scoperto di avere un tumore al cervello. I medici hanno detto che avevo una piccolissima possibilità che avrei potuto sopravvivergli. L’unica alternativa era quella di andare avanti una lunga lista d’attesa per la chirurgia viso aperto nella speranza di rimozione. Credo che la prima benedizione avvenne il mio 16 ° compleanno, quando l’intervento è stato programmato. Ho scoperto poco dopo il risveglio da un intervento chirurgico che sono andati nella tavolozza del tetto la mia bocca invece di aprire tutta la mia faccia. Credo che si potrebbe dire che è stata la seconda benedizione. Ma la vera benedizione è stata che ho superato completamente e sono sopravvissuto qualcosa che la maggior parte delle persone non vive attraverso. ero vicino alla morte e sono scappata , e ora celebro la vita a causa di esso.
Volevo essere libero. Dopo questa fuga letterale dalla morte, ho avuto alcuni problemi a casa e lasciato in giovane età per trascorrere la mia adolescenza letteralmente per le strade. Ho iniziato con un tour in autostop per tutto il Canada. In sostanza ero senza tetto, dormire sui tetti e sotto i ponti e gratuito. Ho incontrato un sacco di persone interessanti, e vissuto la vita al massimo. Sopravvivere la condanna a morte di un tumore al cervello era come sfidando la morte. Mi sentivo come The Walking Dead. Non dovevo essere qui. I medici mi avevano detto che non c’era speranza. Ma qui io ero, vivo e respirare ed essere così liberi di vivere la mia vita. Quando si vive per le strade, si apprezza solo di essere vivo. Per le strade, non si dispone di nomi o cognomi. Così hanno cominciato a chiamarmi Zombie, una persona che vive, ma così vicino alla morte. “

(via everythingyouneedisloveyourself)

(via everythingyouneedisloveyourself)

Mi scrivete un vostro segreto?
TotallyLayouts has Tumblr Themes, Twitter Backgrounds, Facebook Covers, Tumblr Music Player, Twitter Headers and Tumblr Follower Counter